MotoGp, Stoner ha nel mirino la vittoria dopo la pole. La delusione di Rossi: “Potevo fare di più”

di Moreno Commenta

Ecco le dichiarazioni dei protagonisti della MotoGp, dopo la sessione delle qualifiche per la pole position del Gran Premio d’Aragona. E non possiamo che partire dal pilota che partirà davanti a tutti domani, l’australiano della Honda Casey Stoner, leader della classifica iridata: “Finora è stato un bel week end. Ho dovuto raddrizzare la moto all’ultimo e sono andato dritto, in quella parte non si poteva fare molto di più, ma sono comunque contento di come è messa la moto” .

Chi proverà a rompere le uova nel paniere dell’australiano, manco a dirlo, sarà il compagno di scuderia, lo spagnolo Dani Pedrosa: “Alla fine ho provato a migliorare ma sono andato dritto come Stoner. Lui sta andando più forte di me qui, spero domani di poter fare meglio, di migliorare la moto, di fare qualcosa con la squadra per stare più vicino a lui e fare una bella gara“.

Partirà invece dalla terza posizione l’americano della Yamaha, Ben Spies, che ammette: “C’è un gap importante tra noi e la Honda, ma anche l’anno scorso qui hanno faticato parecchio“. Dal quarto posto partirà Jorge Lorenzo, quinto Andrea Dovizioso. Sesto un Marco Simoncelli apparso comunque in buona forma: “E’ stato un turno un po’ difficile, soprattutto all’inizio quando abbiamo provato un setting che non andava bene e siamo tornati alla versione precedente. Non sono contentissimo ma penso che alla fine domani quelli che hanno qualcosa in più sono solo Stoner e Pedrosa, mentre con gli altri a partire da Spies ce la possiamo giocare alla pari“. Delude ancora invece, Valentino Rossi che con la sua Ducati ha pregiudicato la sua prestazione a causa di una caduta, che lo ha confinato al 13° posto: “Potevo fare qualcosa di meglio. Purtroppo abbiamo provato una modifica al setting per risparmiare le gomme, ma dopo un po’ c’è stata quella scivolatina che mi ha fatto perdere del tempo. Poi con l’ultima gomma stavo andando meglio ma ho fatto un piccolo errore, sono arrivato un po’ lungo ed ho perso tempo, ma ci meritavamo qualcosa in più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>