Suzuki depotenziate e lo splendore di GSR 600

di Moreno 1

Ora le moto Suzuki non sono più un sogno, neanche per i più giovani…a seguito di un recente cambiamento della normativa, su numerosi modelli Suzuki si potrà procedere alla trasformazione da potenza piena a versione depotenziata e viceversa.

In tal modo anche i neopatentati con età inferiore ai 21 anni potranno provare l’emozione di stare in sella ad una GSX-R600 o una GSR600, ma anche sulla nuova  Gladius650, la SV650/S, la Bandit 650/S, la V-Strom650 e la GSX650F. Fino alla data del 31.12.2009, Suzuki Italia supporterà alcuni di questi modelli offrendo gratuitamente la centralina di depotenziamento in aggiunta a quella standard.

I modelli oggetto di questa operazione promozionale sono la GSR600, la Gladius650 e la GSX-R600. Tutte le versioni depotenziate potranno inoltre usufruire dell’incentivo statale rottamazione di cui alla legge 33 del 09.04.2009 che permette di ottenere uno sconto di Euro 500,00 (esente Iva) per l’acquisto di un mezzo fino a 60 kW di potenza targato nuovo, con omologazione “Euro3”, con contestuale rottamazione di un motociclo e/o scooter di categoria “Euro0” o “Euro1” (per maggiori informazioni visitare la sezione Promozioni).

Al cliente sarà comunque consegnata la centralina rimossa dal mezzo per permettergli, qualora lo volesse, di ripristinare le condizioni del mezzo in “potenza piena”. In questa maniera non sarà necessario sostenere ulteriori costi legati all’acquisto della nuova centralina ma provvedere solo ai costi relativi alle procedure burocratiche.

Per qualsiasi informazione rivolgersi ai concessionari ufficiali Suzuki disponibile nella sezione Rete Suzuki. La modifica della potenza massima sui documenti di circolazione potrà avvenire solo a seguito di collaudo specifico presso gli uffici della MCTC. Suzuki GSX R 600 è tutta da provare: l’originale telaio in lega leggera e il forcellone in alluminio sono entrambi prodotti usando l’avanzata tecnica costruttiva, conosciuta come “fusione sotto vuoto”.

Il risultato è un’opera d’arte high-tech, con le superfici degli elementi laterali del telaio completamente prive di saldature, che uniscono, al contempo, estetica e funzionalità. L’elegante protezione anteriore del compatto serbatoio da 16,5 litri si raccorda alle travi del telaio e alla cornice del radiatore.

Gli stretti fianchetti laterali, inseriti saldamente sotto la sella monoposto, consentono al pilota di appoggiare più facilmente i piedi a terra. La sella di per sé, progettata per offrire comodità a pilota e passeggero, è dotata di un rivestimento vinilico a due colorazioni. La sezione di coda è realizzata con un elemento unico che ingloba la marmitta e supporta le due luci posteriori a LED. L’efficace faro anteriore multi riflettente con lampada alogena H4 da 60/55 Watt e due lampade per la luce di posizione, è integrato con l’aerodinamico cruscotto.

Gli indicatori di direzione anteriori e posteriori di tipo cromato condividono lo stesso disegno. Gli anteriori sono inglobati nella parte superiore della protezione del serbatoio mentre i posteriori sono montati sul parafango posteriore. La piccola sottocarena, posizionata sotto al motore contribuisce a conferire alla GSR600 uno stile originale.

Commenti (1)

  1. Forse avete fatto un pò di confusione! Si dedica l’articolo alla GSX-R 600, mentre si finisce per descrivere la GSR 600.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>