Assicurazione moto, bisogna pagare anche quando è ferma in garage

di Gtuzzi 0

Avete la moto ferma in garage, probabilmente anche per via del rimessaggio invernale? Magari potrebbe essere stata lasciata sul banco meccanico in maniera tale da subire tutte quelle riparazioni che negli anni non sono state fatte. Ebbene, la grande novità e dietro l’angolo e a molti non farà impazzire, per usare un eufemismo.

Infatti, questi saranno gli ultimi mesi in cui ci sarà la possibilità di richiedere la sospensione oppure evitare l’attivazione immediata dell’assicurazione. A partire dal 2023, infatti, non ci sarà più l’opportunità di effettuare la sospensione della propria assicurazione nel caso in cui lo scooter piuttosto che la moto non possono girare su strada.

Quindi, non serve a nulla il fatto che rimarranno, nel periodo in cui manca la copertura, il garage piuttosto che un altro ambiente dedicato. La decisione è arrivata direttamente dalle aule del Parlamento Europeo, visto che c’è stata la votazione favorevole a una nuova direttiva che apporta tutta una serie di corpose modifiche in tema di copertura assicurativa, non solamente in Italia come si può facilmente intuire.

Proviamo a comprendere meglio quali sono i principali cambiamenti. Fino a questo momento, infatti, c’era la necessità di attivare l’assicurazione solo per quei mezzi che circolavano o che andavano ad occupare il suolo pubblico, anche se fermi. A Strasburgo, però, è stato stabilito che non esisteranno più differenze tra i mezzi che rimarranno fermi in aree private oppure pubbliche. Insomma, tutti coloro che hanno una moto dovranno necessariamente sottoscrivere una polizza rc attiva.

È chiaro che non si tratta ancora di una legge, dal momento che ora la palla passa al Consiglio Europeo, ma ci sono alcuni aspetti che non fanno ben sperare tutti quei motociclisti che si augurano che una simile novità normativa non veda mai la luce. Infatti, il consenso del Consiglio Europeo è praticamente scontato e, in seguito, toccherà ai governi dei vari Paesi membri dell’Unione Europea doverla recepire. Per quanto riguarda l’entrata in vigore effettiva di questa nuova legge, però, ci sarà ancora un periodo di 24 mesi per poterla recepire e per adeguarsi alla novità.

Di conseguenza, nel caso in cui la pubblicazione dovesse avvenire in Gazzetta Ufficiale prima della fine del 2021, in Italia l’entrata in vigore definitiva della nuova legge sulla polizza assicurativa attiva obbligatoria avverrà a partire dal mese di dicembre del 2023. Di conseguenza, per il momento chi ha già pensato bene di sospendere la polizza rc della propria moto non si deve preoccupare, ma in ogni caso questo potrebbe essere l’ultimo inverno in cui portare a termine una simile operazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>