Moto Ducati, ogni podio equivale a 50 vendite

podio-ducatiIl contesto delle due ruote è complesso e variegato come qualunque altro settore nel quale girano soldi e cifre a sei, sette zeri. Le piste diventano il luogo in cui manifestare la propria superiorità, assicurarsi introiti e, ovviamente, cercare di vendere più moto possibile.

A seconda dei risultati di gara, infatti, le compagnie di due ruote, vedono oscillare il proprio successo di mercato attirando – o meno, a seconda degli esiti – nuovi clienti e fidelizzando i vecchi. Che il marketing fosse un segmento fondamentale anceh per le scuderie motociclistiche era fuori discussione ma un recente studio condotto per conto della Ducati corse ha confermato che un podio è l’equivalente di cinquanta moto vendute.

Ducati Superbike 1198, dal cronometro alla pista

1198-ducati

Le Superbike Ducati sono vere e proprie moto da corsa. L’aspetto determinato e grintoso le rende immediatamente riconoscibili. In ogni dettaglio, è stata data priorità assoluta alle prestazioni. Caratteristici elementi Ducati come il codone alto e l’avantreno compatto, insieme ai doppi silenziatori sotto-sella e al forcellone monobraccio, enfatizzano al massimo la stupefacente aerodinamicità e agilità di queste moto.

Se a ciò si aggiunge il motore 1198 Testastretta Evoluzione, il cuore di questo mezzo, si ottengono delle Superbike Ducati dalle prestazioni assolute, che sembrano correre veloci anche da ferme. La 1198 utilizza soluzioni tecniche derivate direttamente dal modello ‘R’ Campione del Mondo con Troy Bayliss. Le principali caratteristiche tecniche che hanno aiutato Troy a conquistare il titolo Mondiale 2008 in Superbike, tra cui la cilindrata, le specifiche del motore e l’elettronica avanzata, sono presenti nella 1198 stradale 2009. E’ in assoluto la moto di produzione che incorpora la maggior quantità di feedback forniti da un pilota ufficiale. Ducati ancora una volta fissa lo standard di riferimento per le moto sportive di produzione.

Misano World Circuit per World Ducati Week a settembre 2010

world-ducati-weekManca ancora molto, eppure tutto pare già organizzato a prescindere dagli ultimi dettagli. Parliamo del World Ducati Week, raduno internazionale che richiama motociclisti provenienti da ogni parte del Mondo e che rappresenta una festa irrinunciabile per tutti i centauri, giovani e meno giovani.

In programma a settembre 2010, l’edizione si preannuncia fin da ora ricca di sorprese. Non cambia la cornice, che resta il Misano World Circuit di Misano Adriatico (RN): una quattro giorni non-stop di eventi legati alle moto.

Per ora sono le uniche indiscrezioni a disposizione anche per il fatto che Ducati sta ancora aspettando di avere i calendari definitivi della MotoGP e della SBK al fine di poter contare sulla presenza dei piloti ufficiali del team. Al più presto, le indiscrezioni diverranno realtà e saranno stabilite le date precise.

Ducati pole in America, aspettando Troy Bayliss e Belen Rodriguez

belen_rodriguezFesta grande in casa Ducati, che ritrova la pole position dopo cinque anni nel corso del AMA Pro National Guard American Superbike.

La Superpole ha visto infatti primeggiare Larry Pegram, che non partiva dalla prima posizione addirittura da 13 anni. Era invece dalla 200 miglia di Daytona 2004 che la Ducati non conseguiva un risultato del genere, con buone prospettive di lottare per la vittoria nelle due manche in programma.

Gli avversari più accreditati sono Aaron Yates, pilota Jordan Suzuki, e Jake Holden, iscritto dal proprio team (Holden Racing), ma schierato da Corona Extra Honda, entrambi in prima fila. Intanto, tornando vicino casa, Ducati in festa all’autodromo di Imola.

Accadrà il prossimo 26 settembre 2009 e l’occasione è delle migliori: celebrare il ritorno della Superbike sullo storico circuito di Imola.

A scaldare i motori degli appassionati, Troy Bayliss, a tenere bollenti i cuori dei centauri, ecco giungere ad uopo la presenza della bellissima Belen Rodriguez ad animare una grandissima festa in piazza: quale modo migliore per celebrare il ritorno delle corse delle derivate di serie sul circuito Enzo e Dino Ferrari? Festa in piazza Matteotti dalle 20.30.

Ducati Streetfighter, la potenza allo stato puro

streetfighter

Mai prima d’ora la dotazione di serie di una naked aveva offerto un sistema di controllo di trazione da corsa: nello Streetfighter S il DTC è di serie. Il Ducati Traction Control (DTC), accessibile dal comando a manubrio di sinistra e visualizzato sulla strumentazione digitale, prevede otto livelli, ciascuno programmato per offrire un valore di tolleranza allo slittamento del retrotreno commisurato a livelli progressivi di capacità di guida.

Il sistema analizza la velocità di entrambe le ruote rilevando il livello di wheel-spin e valutando in maniera istantanea la situazione dinamica, prima di intervenire secondo due diversi gradi di interazione che prevedono il ritardo dell’accensione e tagli dell’iniezione. Il DTC è in grado di determinare con esattezza l’uso che si sta facendo dello Streetfighter.

Ducati abbigliamento per moto: linea Company

bomber-company-ducatiLinea abbigliamento Ducati, confort ed eleganza in un colpo solo. Presentiamo oggi parte dei prodotti della linea Company, una delle più amate dai centauri.

Giacca Fighter in tessuto
Proprio come la moto da cui prende il nome, la giacca in tessuto “Fighter” darà un tocco estremo e al tempo stesso raffinato al tuo look. La grafica è estremamente essenziale, ma di grande effetto ed aggressività: fondo nero su cui spicca un patch rosso con la scritta Ducati sul petto e sulla spalla destra ed il logo Ducati su quella sinistra. Realizzata in tessuto D-StoneTM, altamente resistente all’abrasione e alla lacerazione, è caratterizzata da protezioni composite su spalle e gomiti e da inserti preformati in alluminio sulle spalle. Infine, per garantire un maggior comfort ed una migliore libertà di movimento, è dotata di inserti in tessuto elastico biassiale. Non rinunciare al look anche in sella alla tua moto. Euro 325.

Superbike Ducati, i nuovi modelli

ducatiGli oltre 700 podi conquistati in Superbike e le leadership nel Campionato Mondiale SBK e Superstock celebrano Ducati e confermano le doti della 1198.  La nuova gamma Superbike comprende cinque modelli: la 848, agile e leggera, la nuova 1198, incredibilmente potente, e per chi desidera il massimo in fatto di specifiche tecniche, la 1198 S e la 1098 R, ora dotate entrambe di sistema di Controllo della Trazione sviluppato da Ducati Corse in versione stradale.

Per sottolineare il 3° Titolo Mondiale conquistato in Superbike da Troy Bayliss e celebrarne la carriera nell’anno del suo ritiro dalle competizioni, Ducati ha deciso di realizzare una 1098 R Bayliss Limited Edition. Il sistema Ducati Traction Control (DTC) testimonia ulteriormente il flusso di tecnologia che dalle Corse viene trasferito alla produzione e dimostra come soluzioni sviluppate per le competizioni possano essere poi utilizzate per incrementare la sicurezza su strada.

Ducati al G8 con Desmosedici RR griffata Silvio Berlusconi

desmosedici-rrNon solo politica per i leaders della politica mondiale. Tutti gli occhi sono puntati in direzione dell’Abruzzo dove è in svolgimento il vertice 2009 del G8 e, in qualche modo, anche il marchio italiano Ducati è coinvolto direttamente dall’evento presentando la Desmosedici RR decorata per l’occasione da Ducati e Fiera Milano con una livrea speciale.

La particolarità sta nella realizzazione di un esemplare unico che ha, tra i principali artefici, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, a cui è toccato in sorte il privilegio di suggerire la grafica che riprende il logo del G8, enfatizzando ancor di più la scelta e la finalità umanitaria della nuova sede del summit.