Ducati Superbike 1198, dal cronometro alla pista

di Moreno 0

Le Superbike Ducati sono vere e proprie moto da corsa. L’aspetto determinato e grintoso le rende immediatamente riconoscibili. In ogni dettaglio, è stata data priorità assoluta alle prestazioni. Caratteristici elementi Ducati come il codone alto e l’avantreno compatto, insieme ai doppi silenziatori sotto-sella e al forcellone monobraccio, enfatizzano al massimo la stupefacente aerodinamicità e agilità di queste moto.

Se a ciò si aggiunge il motore 1198 Testastretta Evoluzione, il cuore di questo mezzo, si ottengono delle Superbike Ducati dalle prestazioni assolute, che sembrano correre veloci anche da ferme. La 1198 utilizza soluzioni tecniche derivate direttamente dal modello ‘R’ Campione del Mondo con Troy Bayliss. Le principali caratteristiche tecniche che hanno aiutato Troy a conquistare il titolo Mondiale 2008 in Superbike, tra cui la cilindrata, le specifiche del motore e l’elettronica avanzata, sono presenti nella 1198 stradale 2009. E’ in assoluto la moto di produzione che incorpora la maggior quantità di feedback forniti da un pilota ufficiale. Ducati ancora una volta fissa lo standard di riferimento per le moto sportive di produzione.

Abbondano le soluzioni innovative sviluppate in pista, tra cui il sistema integrato di acquisizione dati di serie e l’ingegnosa doppia tecnica costruttiva applicata al leggerissimo forcellone monobraccio. Ai corpi farfallati ellittici, alla ricchissima strumentazione e alle pinze Monoblocco dalle prestazioni stupefacenti si è aggiunto il sistema di controllo della trazione in versione stradale. Il motore Testastretta Evoluzione rappresenta il culmine dello sviluppo e del perfezionamento del Bicilindrico a L di Ducati.

Lo strapotere nel Mondiale Superbike per quasi due decenni è il risultato dell’impegno continuo dedicato allo sviluppo della tecnologia bicilindrica. Ducati ha deciso di condividere con tutti i Ducatisti i frutti di tanto impegno, applicando ai motori di produzione le tecnologie da Campioni del Mondo messe a punto dai suoi team racing ufficiali. I nuovi modelli 1198 e 1198 S sono spinti da un motore Desmodromico Bicilindrico a L raffreddato a liquido che eroga 170 cv (125 kW) a 9.750 giri/min e sviluppa la coppia più alta tra le sportive della propria categoria, pari a 13,4 kgm a 8.000 giri/min.

La nuova cilindrata della 1198 è il risultato dello stesso alesaggio e corsa da 106×67,9 utilizzato sulla moto da corsa ufficiale. Il rendimento volumetrico delle quattro valvole per cilindro è stato incrementato, aumentando i diametri delle valvole del 4% circa e portandoli a 43,5 mm in aspirazione e 35,5 mm in scarico. Le valvole sono comandate da bilancieri di tipo racing, “superfiniti” per ridurre l’attrito e aumentare la resistenza a fatica, e da doppi alberi a camme in testa con profili estremi, che garantiscono un’alzata superiore del 10% circa rispetto alle precedenti versioni. Le incredibili prestazioni delle valvole sono possibili solo grazie all’esclusivo sistema Desmodromico di Ducati, secondo il quale la chiusura delle valvole viene comandata meccanicamente.

Ai regimi più elevati le valvole non riuscirebbero a seguire i profili di chiusura spinti delle camme se si affidassero a una comune molla: nel sistema Desmo, invece, la valvola viene chiusa meccanicamente con precisione pari a quella della fase di apertura, consentendo profili delle camme più spinti e fasature ‘estreme’. Questo sistema viene utilizzato su tutte le moto Ducati, comprese la Superbike e la Desmosedici MotoGP Campioni del Mondo. Oltre alla cilindrata e al rendimento volumetrico, è stata incrementata del 13,3% rispetto al modello 1098 anche la superficie in sezione dei corpi farfallati ellittici, che ora vantano dimensioni equivalenti a 63,9 mm di diametro, esattamente come nel modello ‘R’.

La progettazione racing dei pistoni della 1198 è caratterizzata dal fondello con doppia travatura, per combinare massima resistenza e minima superficie della parete del pistone e ridurre così gli attriti. Grazie alla tecnologia sviluppata per il progetto Desmosedici in MotoGP, questa progettazione consente ai pistoni da 106 mm di diametro di operare in maniera affidabile a regimi elevati. I Testastretta Evoluzione 1198 sono i motori più leggeri mai utilizzati da Ducati per le sue Superbike, grazie ad una nuova tecnologia di produzione del carter motore che consente di ridurre il peso di ben 3 kg.

Il processo di pressofusione sotto vuoto assicura spessori delle pareti costanti e precisi e una maggior resistenza grazie alla purezza assoluta dei materiali. I coperchi delle teste alleggeriti in lega di magnesio risaltano grazie alla finitura oro, mentre il coperchio del generatore e la frizione esterna in lega sono ora di colore nero. In sintonia con l’incrementata erogazione di potenza e di coppia, il cambio della 1198 introduce una rapportatura interna di tipo racing. I nuovi ingranaggi vengono realizzati con lo stesso acciaio altoresistenziale impiegato in tutte le applicazioni Ducati Corse e poi sottoposti a trattamento di pallinatura per migliorarne l’affidabilità e la resistenza alle sollecitazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>