Moto, pneumatici obsoleti: la Motorizzazione trova una soluzione

pneumatici-motoUna circolare firmata dal direttore della Direzione Generale per la Motorizzazione, Maurizio Vitelli, informa che si è risolta la faccenda relativa alla sostituzione dei pneumatici per motoveicoli dichiarati superati per il fatto di essere contrassegnati da misure in pollici (a differenza degli attuali che hanno misure in millimetri).

La vicenda aveva interessato in primo luogo moto e scooter d’epoca e a seguire motoveicoli oramai fuori produzione, anche se perfettamente efficienti.

L’intervento della Federazione Motociclistica italiana è stato in tal senso risolutore e la circolare della Direzione Generale per la Motorizzazione precisa che

“l’aggiornamento della carta di circolazione dei motoveicoli appartenenti alle serie in millimetri in sostituzione di quelle in pollici, da effettuarsi a norma dell’art. 78 del Codice della Strada, può essere definita senza la presentazione di uno specifico nulla osta del Costruttore alla condizione che il veicolo, individuato per tipo ed omologazione, sia incluso negli elenchi e che i pneumatici richiesti in alternativa siano della identica misura di quelli riportati nei citati elenchi, in corrispondenza dello specifico tipo di veicolo”.

Piaggio, Colaninno: “No alla cassa integrazione per Moto Guzzi”

colaninnoLe parole del Patron Piaggio, Roberto Colaninno, sono inequivocabili e racchiudono mission e obiettivo dell’azienda italiana.

Le posizioni del maggiore referente del gruppo a due ruote ha espresso e chiarito la propria posizione in vista del prossimo appuntamento, previsto per il 22 settembre, con le organizzazioni sindacali.

Oggetto del contendere, lo stabilimento sito a Mandello del Lario:

“Non lo chiuderemo – assicura Colaninno – e resterà lo stabilimento della Moto Guzzi. In un mercato che quest’anno è stato molto negativo in Europa, pensiamo di stabilizzare le vendite dei prodotti moto Guzzi sulla base di un numero di persone che andremo a presentare alle organizzazioni sindacali per evitare la cassa integrazione. Faremo importanti investimenti di ristruttrazione sia industriale che tecnologica nel senso di nuovi modelli della nuova linea di prodotti moto Guzzi sulla quale stiamo lavorando”.

Pedrosa – Barbera – Coma sul Monte Bianco, le avventure di Dani, Hector e Marc

pedrosa

Il resoconto di una bellissima avventura vissuta dal terzetto della Repsol Honda. Dani Pedrosa, Héctor Barberá e il Repsol vincitore del Rally Dakar Marc Coma, si sono resi protagonisti di una incredibile cavalcata, stavolta a piedi, sulle alture dell’affascinante monte Bianco.

La sfida era delle più ardue, altro che tagliare il traguardo per primi in sella a una moto: salire fino in cima al monte per un reportage in accordo con la trasmissione televisiva “Desafío Extremo“.

Taranto, ex Statale 7: morti due centauri

ambulanzaPurtroppo è ancora sangue sulle strade italiane, con protagonista in negativo proprio il mezzo di locomozione a due ruote.

Tragedia a Taranto, in prossimità di Grottaglie, dove due giovani sono deceduti in un incidente stradale sulla ex statale 7, nei pressi di una marmeria.

Le giovanissime vittime sono un ragazzo di 25 anni e una ragazza di 26 anni: viaggiavano in sella a una moto che è uscita fuori strada; violento l’urto prima contro un cartello pubblicitario e poi contro un albero.

Tempestivi ma inutili i soccorsi da parte dei sanitari del 118.

I due ragazzi, nonostante indossassero il casco, sono morti sul colpo.

Moto, Enduro: centauro muore per infarto, gare annullate

EnduroNotizia per nulla piacevole: muore d´infarto durante una gara di Enduro.

È accaduto a Bussi sul Tirino (Pescara), dove sono in corso di svolgimento i campionati italiani. Vincenzo Bianchi, pilota di 57 anni che gareggiava nella categoria Major, stava effettuando il suo secondo giro quando ha perso il controllo della sua moto Ktm 300 ed è finito a terra: i medici presenti sul tracciato sono interventi immediatamente, ma le condizioni dell´uomo sono apparse subito disperate.

Secondo i primi accertamenti, infatti, Bianchi avrebbe avuto un infarto che ne ha provocato la morte. Dopo la ricognizione effettuata sul posto dal medico legale, la salma del centauro è stata trasportata nell’obitorio dell’ospedale di Popoli (Pescara), a disposizione della magistratura per confermare la prima diagnosi effettuata in pista. A seguito del tragico incidente, l’organizzazione ha deciso di interrompere la gara, annullando la manifestazione che si sarebbe dovuta chiudere domani.