Banderas in Moto 2 nel 2010: team spagnolo, Olive prima guida

banderas-griffithAntonio Banderas, personaggio dal fascino indiscusso. Immaginare il grande attore hollywoodiano su una moto garantisce all’attore un ulteriore charme che non può lasciare indifferente.

Soprattutto l’occhio femminile. Il bell’Antonio, protagonista di numerose pellicole di successo (tra cui Two much – Uno di troppo, Evita, Philadelphia, La maschera di Zorro, C’era una volta in Messico) ha deciso di sbarcare nel circo dei motori finanziando una sua scuderia nella nuova avventura della Moto 2 che, dal 2010, andrà a sostituire la classe 250cc.

Il marito di Melanie Griffith, cinquantanni il prossimo agosto, tenta una sfida tutta particolare e lo fa con enorme entusiasmo. Le aspettative di Banderas, che tra le altre cose possiede più di un modello da capogiro a due ruote, sono forti e le esprime tutte con il trasporto che lo contraddistingue da sempre. Il contesto sportivo non gli è sconosciuto, visto che da giovane era un giocatore di calcio e venne costretto a rinunciare alla carriera di calciatore per una frattura al piede. Il sorriso è quello da film:

Sant’Angelo in Vado: Valentino Rossi vs. “il tartufo” per il 46

tartufo-rossi-46Mancava una diatriba relativa al numero! Lo diciamo subito: le logiche commerciali dei nostri giorni portano a rendere sempre più frequenti situazioni come quelle in cui sono incappati Valentino Rossi e il comune pesarese di Sant’Angelo in Vado.

Il Business, innanzitutto.

E va bene, solo che avremmo preferito parlare di un Rossi concentrato e sicuro in vista del prossimo appuntamento della MotoGp. Tant’è: la querelle tra il centauro di Tavullia e il sindaco del paese marchigiano, nel quale si sta celebrando la 46esima Fiera del tartufo, è legata al fatto che il “46” utilizzato per richiamare sui cartelloni pubblicitari l’edizione attuale, è molto simile – identico anche il colore – al 46 che contraddistingue la Yamaha di Valentino Rossi.

Lo studio legale Podrini e Benedetti, che tutela il centauro, ha diffidato l’organizzazione della Fiera dal continuare a utilizzare quel 46. La replica del primo cittadino della località non si è fatta attendere e il sindaco Settimio Bravi ha replicato cercando di smorzare i toni e mettere tutto su un piano meno rigoroso:

Bayliss: “Superbike? No, meglio il volante”

troy-bayliss-v8Troy Bayliss si dà all’automobilismo. Il talentuoso centauro, ex motociclista australiano, ha deciso di riprendere confidenza con il mondo dei motori ma lo fa al volante di un’auto.

Dopo aver vinto tre Mondiali in sella alla Ducati nella Superbike esce allo scoperto in una intervista rilasciata al Corriere della Sera. In bella evidenza il fatto che Bayliss, ritiratosi lo scorso anno quando era ancora all’apice della carriera – nonostante la veneranda età, il motociclista è classe 1969 – abbia preferito fino ad ora dedicarsi a tempo pieno alla famiglia. Ora, però, la voglia di gareggiare è tornata ad avere il sopravvento e lo spiega in maniera chiarissima:

Motociclismo, la 250cc diventa Moto 2: ecco i team 2010

moto2Quello in corso è a tutti gli effetti l’ultimo campionato 250cc. Dalla stagione 2010, infatti, la classe intermedia del Motomondiale si trasforma in Moto 2. Il duello di queste ultime fasi di campionato tra Hiroshi Aoyama (Honda, 218 punti in classifica), Alvaro Bautista (Aprilia, 192 punti in classifica) e Marco Simoncelli (Gilera, 190 punti) va quindi ad attribuire al futuro campione del Mondo della classe 250cc un ulteriore titolo, più simbolico del primo ma non per questo meno importante: quello di ultimo vincitore di un Motomondiale classe 250cc.

Stesso destino, per intenderci, che toccò a Valentino Rossi quando, nel 2001, mise in cascina il titolo piloti della classe 500cc prima che diventasse MotoGp (cilindrata non più limitata a 500 cc per qualsiasi tipo di propulsore ma differenziata per tipologia, con limite massimo di 799 cc).

Moto: vendite in crescita per gli over 50cc

moto

Buone nuove dal mercato delle due ruote, supportato ancora una volta in maniera provvidenziale dagli incentivi garantiti dallo Stato: i dati Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori) aderente a Confindustria affermano che nel mese di settembre sono stati venduti 32.171 veicoli con cilindrata superiore a 50 cc.

Yamaha Motor Racing, le porte del successo a Milano

YAMAHA SHOWSabato 3 ottobre 2009 sarà una data da segnare in calendario per tutti gli appassionati di due ruote: quel giorno, infatti per la prima volta nella storia il pubblico potrà visitare la sede del reparto corse Yamaha Motor Racing di Gerno di Lesmo (MB), cuore nevralgico del Fiat Yamaha Team campione del mondo MotoGp in carica con Valentino Rossi.

In occasione dell’eccezionale apertura al pubblico di quello che da sempre è considerato come un luogo riservato ed inaccessibile, Yamaha Motor Italia e Yamaha Motor Racing hanno deciso di allestire una speciale mostra di moto che senza dubbio stupirà gli amanti delle competizioni su due ruote.

MotoGp – Air Race, Pedrosa vs. Maclean: vince il pilota Red Bull

maclean-pedrosaChe un aereo potesse sfidare una moto, e che un pilota di aeroplani lanciasse il guanto ad un centauro sembrava una follia. Anche per il fatto che a nessuno verrebbe in mente di pensare che la sortita si potesse risolvere con un successo del motociclista.

Che infatti ha perso. Eppure, non tutto è così scontato: a Monmelò due assi dello sport spagnolo, vale a dire il pilota della Red Bull Air Race, Alejandro Maclean, e Dani Pedrosa, stella della MotoGp, si sono sfidati. A lanciare la sfida, lo stesso Maclean, per il fatto che allo scorso Gp del Mugello Pedrosa aveva raggiunto una velocità di punta di 349.3km/h, ovvero la stessa che i piloti della Red Bull Air Race raggiungono in gara. Come detto, ha vinto Maclean, capace di raggiungere una velocità di punta superiore ai 400km/h.

FIM, Ippolito: “Più fair play dai piloti”

logofimNelle moto ci viuole maggiore fair play, lo spettacolo fine a se stesso non basta più. A dichiararlo è Vito Ippolito, presidente della Federazione Internazionale Motociclismo, il quale si lascia andare in considerazioni interessanti:

“Dobbiamo dimostrare al nostro pubblico che il nostro sport non è soltanto spettacolare, ma che il fair-play è importante. Quasi tutti i piloti hanno rispetto dei valori sportivi, morali ed etici. Non possiamo permettere a nessuno di vincere o agire in maniera sleale o disonesta. Se gli incidenti che si sono visti negli ultimi tempi si verificassero in futuro, è evidente che la Fim non esiterà a intervenire e a imporre ai piloti coinvolti le sanzioni necessarie”.

Emblema e Michelin, 24 ore Idea Trucks Team Mercedes Benz è tutta per loro

emblema-michelin

Lo sport e i motori sono nel DNA del Marchio EMBLEMA, ma l’evento che si è svolto alla cava di Rondissone in provincia di Torino ha un sapore particolare. Organizzata dalla Concessionaria Mercedes Benz Idea Trucks Team, la “24 ore in cava” ha visto esibirsi ininterrottamente per due giornate i mezzi da lavoro del Marchio con la stella a tre punte.

Operatori del settore, trasportatori e operatori di macchine movimento terra hanno testato la nuova gamma Mercedes Benz. EMBLEMA, ospite di Michelin che ha partecipato come partner tecnico, ha portato una serie di occhiali da testare su di un banco prova assai selettivo. Il successo è stato immediato: abituati a guidare i bisonti della strada nelle condizioni più impegnative, gli autisti professionisti hanno apprezzato le qualità tecniche della gamma EMBLEMA.

Peugeot Satelis 250cc, e luce fu!

satelis250_01

Peugeot Satelis 250cc è lo scooter ideale per persone intraprendenti alla ricerca di prestazioni e affidabilità. Satelis 250 rappresenta il nuovo erede del savoir-faire Peugeot, studiato per i viaggi di ogni giorno. La sua bellezza sorprende, il suo comfort rassicura.

Satelis 250 eroga una potenza di 22 CV e offre il 60% di coppia in più rispetto alla versione 125 4V. Una potenza che permette di percorrere in tutta serenità sia le strade di città che l’autostrada. Questa combinazione tra coppia motrice e potenza massima offre piacere di guida e sicurezza.

Il suo design è il frutto della collaborazione tra esperti di aerodinamica e stilisti: lo scudo anteriore, dallo sguardo tagliente sotto il parabrezza, gli conferisce una personalità unica, mentre l’eleganza naturale del posto di guida e del cruscotto con quadranti cromati sono ispirati al miglior design automobilistico. Satelis 250 è piacere allo stato puro, disponibile in tre livelli di allestimento: Premium, un equipaggiamento già da gamma alta! Doppia illuminazione alogena, antifurto Immobilizer, disco anteriore e posteriore, apertura elettrica del vano sotto sella, computer di bordo completo, retrovisori sferici, telo copri sella, presa 12 V.

Piaggio – Guzzi, Mandello del Lario: Cgil contro i tagli annunciati

piaggio

Presa di posizione immediata da parte dei sindacati in merito all’annuncio del gruppo Guzzi relativo al taglio di un terzo dei posti lavoro dello stabilimento di Mandello del Lario.

Ad esprimere il concetto e prendere parola a nome dei lavoratori, è stato Maurizio Landini, segretario nazionale Fiom-Cgil e coordinatore nazionale del gruppo Piaggio.

“La scelta annunciata dal Gruppo Piaggio di voler tagliare 50 posti su 150 alla Moto Guzzi di Mandello Del Lario è grave, sbagliata e inaccettabile. Dal mese di luglio, abbiamo chiesto la convocazione di un confronto a livello di Gruppo sulle scelte e sulle strategie produttive di investimento dell’Azienda in tutti i suoi stabilimenti: Piaggio di Pontedera, Aprilia di Noale, Moto Guzzi di Mandello Del Lario, Derby in Spagna. Tuttavia, nessun incontro e’ stato ancora fissato. Se Piaggio pensa di poter ridurre il confronto sindacale a semplice ratifica di decisioni aziendali già assunte, deve sapere che cio’ non solo e’ inaccettabile per qualsiasi sindacato, ma costituisce un atto di arroganza verso le lavoratrici e i lavoratori di tutto il Gruppo. Resta inteso che in assenza di risposte adeguate struttureremo le necessarie iniziative di mobilitazione”.

Bici e motocicli: incentivi dalla Regione Lombardia

moto-milanoIniziativa a cui vale la pena dare spazio, sperando che la stessa venga ripresa in maniera speculare nel corso di questi mesi anche da altri soggetti istituzionali. Le difficoltà economiche di questi periodi sono arcinote, le famiglie faticano e le imprese chiudono. Che a giungere in soccorso siano gli enti governativi, pare un dovere essenziale.

Tornano gli incentivi per bicilette e motocicli con gradevoli sorprese: tra tutte, bici gratis agli ultrasessantenni a basso reddito; dai 200 ai 2.000 euro per l’acquisto di un motociclo (o triciclo o quadriciclo) ecologico.

Festa tricolore? Per ora no: l’iniziativa è discrezionale e viene portata avanti dalla Regione Lombardia.

MotoGp, Canepa a caccia di una moto per il 2010

niccolo_canepa_brno

Per Niccolò Canepa è già tempi di bilancio. Non tanto per il fatto che la MotoGp non lasci più spazio per prestazioni in grado di sconvolgere gli equilibri acquisiti o perchè abbia fatto male, quanto piuttosto perchè piloti più quotati di lui sono ancora insicuri del posto in sella per il prossimo anno.

SBK, Biaggi – Simoncelli coppia Aprilia a Imola

simoncelliUna coppia da favola, almeno sulla carta: una di quelle capaci di entusiasmare ciascun appassionato italiano. Si prospetta un’Aprilia tutta tricolore, e di ciò siamo solo felici.

Sciolto ogni dubbio con l’ufficialità: Marco Simoncelli è il nuovo pilota – per un giorno – di Aprilia e gareggerà in Superbike nel corso del prossimo appuntamento in programma a Imola. Aprilia RSV-4, per la precisione, alla cui sella Simoncelli ha accettato di sedersi in sostituzione dell’infortunato Nakano. Le parole a caldo del diretto interessato sono piene di entusiasmo: