MotoGP, il team del Dottore sbarca nella massima categoria dal prossimo anno

di Gtuzzi 0

Grande e interessante notizia per i colori italiani, dal moento che il Team di Valentino Rossi, VR46, ha portato a termine un’intesa che riguarda il prossimo quinquennio. L’accordo è stato siglato con la Tanal Entertainment, ovvero la holding che fa capo alla famiglia reale saudita, con cui farà il suo esordio nella classe regina a partire dal prossimo anno.

Si tratta di una collaborazione che va a comprendere, oltre a quelle già presenti, anche innovative realtà imprenditoriali, sia sudcoreane che nostrane. Il solo punto di domanda che, per il momento, non è stato chiarito, fa riferimento alla tipologia di motore con cui il team in questione debutterà in MotoGP. Sembra che le preferenze, per il momento, vertano soprattutto sulla Ducati e sull’Aprilia, ma ci sono dei contatti allacciati anche con Yamaha e Suzuki.

Nonostante in pista probabilmente si tratta di una tra le stagioni più difficili della sua carriera, per Valentino Rossi qualche notizia positiva sta arrivando negli ultimi giorni. Infatti, il suo Team, VR 46, ha chiuso un’intesa con la Tanal Entertainment. Un contratto che sarà valido per i prossimi cinque anni e che permetteranno a VR46 di prendere parte anche alla MotoGP a partire dalla prossima stagione. L’intesa è stata sancita poche ore fa, e consentirà di notare il marchio della holding appartenente alla famiglia reale saudita sulle carene del team di Valentino Rossi.

Un accordo, come si può facilmente intuire, che prevede senz’altro il fatto di fare un ulteriore step in avanti. Quindi, dopo la partecipazione alla Moto3, che terminerà alla fine di questa stagione, e in Moto2, arriva finalmente il momento di gareggiare anche in MotoGP. Detto questo, bisogna mettere in evidenza come l’intesa che è stata da poco siglata non sia di certo l’ultima in tema di imprese e realtà che vorranno finanziare il team di proprietà del pilota di Tavullia.

Infatti, hanno già chiuso un accordo anche altre due realtà finanziarie importanti, ovvero la “Maic Technologies” e la “Ksa New Cities”, mentre ci sarà un passo indietro di Sky, che rimarrà, come “Monster Energy”, ma non più nel ruolo di main sponsor. Commercialmente, i dettagli dei contratti ci sono già, ma bisognerà avere ancora un po’ di pazienza per poter comprendere a fondo quale possa essere il motore che andrà a spingere le moto del team VR46 nel corso della prossima stagione nella classe regina, anche se la pista Suzuki rimane per il momento la più accreditata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>