MotoGP, Le Mans: vince Lorenzo, Melandri torna protagonista, disastro Rossi

di Redazione 2

Vince Jorge Lorenzo, primo pilota a bissare un successo (vinse a Motegi) in questo pazzo mondiale MotoGP, delude Valentino Rossi, sedicesimo dopo una gara costellata di errori, ma il vero protagonista del Gran Premio andato in scena oggi sul circuito francese di Le Mans è stato Marco Melandri, secondo classificato senza patemi in sella alla sua Kawasaki-Hayate certo tutt’altro che ufficiale. Peccato per un altro italiano, Andrea Dovizioso, vicinissimo al podio salvo perderlo prendendo paga dal compagno di team (Honda HRC) Daniel Pedrosa a sole tre curve dalla fine, mentre Casey Stoner termina quinto ponendo fine ad un week-end anonimo, che però è stato anche l’ultimo prima di una lunga serie di circuiti favorevoli alla potenza del motore Ducati.

Si comincia con pista umida e gomme da bagnato “ai piedi” di tutti i concorrenti: il tracciato si asciuga in fretta, complice il miglioramento progressivo delle condizioni meteo, e Valentino Rossi pensa – bene – di anticipare tutti nell’ingresso ai box per cambiare gomme (che significa cambiare moto…), montando una soluzione da asciutto. Potrebbe essere la mossa che trasforma il destino della gara in senso positivo per il pesarese, il quale però incappa in una pozza d’acqua non ancora scomparsa del tutto e scivola a terra, anche per via di gomme ancora fredde.

Segue una serie di cambi di moto, che porta anche ad un ride through di penalità per aver ecceduto nella velocità all’interno della corsia box, ed un sedicesimo piazzamento (a un giro dalla testa) che non vale nemmeno un punto in ottica classifica. Classifica che ora sorride al compagno di team Fiat Yamaha, lo spagnolo Jorge Lorenzo, più freddo di tutti dinanzi alla prospettiva di cambiare moto ed ora nuovo leader del mondiale con un punto di vantaggio su Stoner e Rossi. Buona anche la prestazione di Pedrosa, che negli ultimi 10 giri recupera altrettanti secondi a Dovizioso fino al terzo posto finale, ottenuto a suon di giri veloci. E tra due settimane tutti al Mugello.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>