MotoGp Qatar, prove libere: Stoner 1^, Rossi 2^

di Redazione 0

Nella seconda sessione di prove libere in Qatar sul tracciato di Losail, Casey Stoner migliora il tempo di ieri (1’57.053) e riesce a scendere sotto la barriera del 1’57. L’australiano è non l’unico a riuscirci perché Valentino Rossi, soprattutto nella seconda parte della sessione, si avvicina parecchio ai tempi del pilota Ducati, chiudendo in seconda piazza a soli 96 millesimi di secondo. Jorge Lorenzo e Loris Capirossi si giocano la 3ª posizione di questa FP2 proprio negli ultimissimi giri della sessione, con l’italiano a spuntarla per meno di un decimo di secondo. 4º lo spagnolo della Fiat Yamaha, ultimo a scendere sotto l’1’57.

Fantastica prova per Marco Melandri che con la Ninja ZX-RR dell’Hayate Racing Team torna a fare sul serio: per lui 5ª piazza con il tempo di 1’57.135. Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3) conferma si la buona prova di ieri, migliorando di circa un decimo la sua crono del venerdì, ma questa volta chiude solo ottavo, preceduto dal pilota della Respol Honda Andrea Dovizioso (6º) e dall’australiano della Rizla Suzuki Chris Vermeulen.

Positiva la prova di Dani Pedrosa che trova la 12ª posizione a poco più di due secondi dal miglior tempo, mentre ancora molti problemi per Sete Gibernau che chiude in fondo al gruppo con la sua Ducati del Grupo Francisco Hernando.

Uscite di pista senza alcuna conseguenza per Casey Stoner, Yuki Takahashi (JiR Scot Team) e Loris Capirossi (Rizla Suzuki). Probabile rottura del motore per la Ducati di Nicky Hayden a circa 30 minuti dalla fine della sessione. Ben sette piloti sotto la barriera dei 2’02 (ieri erano stati solo 2) con Hiroshi Aoyama che beffa tutti nel suo ultimo giro a disposizione e conquista la prima posizione della classifica dei tempi di questa FP2. Una Honda davanti a 7 Aprilia in questa seconda sessione libera del Commercialbank Grand Prix of Qatar, a conferma di un quarto di litro combattutissimo. Nello spazio di sessanta millesimi di secondo alle spalle del giapponese troviamo il duo tutto spagnolo formato da Hector Barberá (Pepe World Team) e Alvaro Bautista (Mapfre Aspar), mentre a chiudere una virtuale prima fila ci pensa il Campione del Mondo 125 in carica Mike di Meglio.

Con Thomas Luthi (Emmi Caffe Latte) quinto, da sottolineare la prova di Roberto Locatelli che completa la top six: l’italiano tiene in alto il nome della Metis Gilera in mancanza del Campione del Mondo Marco Simoncelli alle prese con il suo polso da poco operato. Il numero 58 non è ancora sicuro di partecipare al GP di domani, per il momento chiude con il 14º tempo assoluto a 1,3s dalla miglior crono. Gabor Talmacsi (Balatonring Racing), Raffaele De Rosa (Scot Racing), Mattia Pasini (Team Toth)e il pilota ceco della Cardion AB Karel Abraham completano le prime dieci posizioni. Per quest’ultimo anche un’uscita fuori pista senza conseguenze. Julian Simon continua la sua corsa solitaria verso la prima gara stagionale, trovando il miglior tempo anche nella seconda sessione di prove libere del Commercialbank Grand Prix of Qatar. Lo spagnolo, rientrante dal quarto di litro, migliora anche il tempo di ieri di due decimi chiudendo in 2’07.578.

Buone notizie in casa Jack-Jones WRB con Nico Terol che conferma la buona prova di ieri, migliorando il suo tempo di quasi un secondo e chiude 2º a 7 decimi da Simon. Anche Corsi non sfigura oggi: dopo la 16ª posizione di ieri oggi è ottavo. Andrea Iannone (Ongetta Racing I.S.P.A.) è ufficialmente uno dei rivali di Simon. Dopo i problemi di ieri (settimo a quasi 2 secondi dallo spagnolo), conquista la terza posizione a meno di mezzo secondo dal pilota della Bancaja Aspar. Bradley Smith (Bancaja Aspar), Sandro Cortese (Ajo Interwetten) e Sergio Gadea (Bancaja Aspar) completano le prime sei posizioni. Nessuno ad esclusione di Simon riesce a scendere sotto la barriera dei 2’08. Cadute nel finale di sessione per Pol Espargaro (Derbi Racing) e Matthew Hoyle (Haojue Team).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>