Zeelenberg spiega i limiti di Lorenzo in questa stagione

di Alba D'Alberto 0

Lorenzo secondo Zeelenberg guida in maniera troppo pulita e non riesce a trovare il limite massimo della sua moto. Questi in sintesi sarebbero i problemi del campione della Yamaha in questa stagione così difficile da interpretare. 

Il team manager della Yamaha ha spiegato che i problemi di Lorenzo non dipendono soltanto dal girare sul bagnato. Il campione del mondo in carica, infatti, fa molta fatica a trovare il feeling con le nuove gomme della Michelin, in particolare ha problemi con lo pneumatico anteriore. È successo ad Assen e anche a Sachsenring ma, come spiega ancora Wilco Zeelenberg, il problema si presenta anche sull’asciutto:

«È difficile da spiegare, ma Jorge non ha molto feeling con la gomma: con quelle da bagnato, sull’anteriore, non riesce a trovare il limite e non riesce ad andare a fondo – spiega – con le gomme da asciutto è identico. Non riesce a sentire nulla sul davanti e sfrutta molto quella posteriore, ma se non ha feedback dall’anteriore soffre».

C’è poi anche una questione di stile di guida e qui il team manager osa un po’ parlando del fatto che Lorenzo guida troppo pulito.

«Sicuramente le due cose sono collegate, perché Jorge è uno di quelli che soffre di più. Il suo stile è particolare, molto preciso, ma ha bisogno di trovare il feeling per poter spingere al limite. Adesso, invece, non riesce ma non vuol dire che non si stia impegnando. Lo ha ammesso lui stesso di non riuscire a spingere al massimo, ma proprio nel tentativo di andare al limite è caduto tre volte al Sachsenring – aggiunge – adesso speriamo di trovare dei circuiti dove la Michelin sceglierà la gomma giusta Del resto abbiamo vinto tre gare a inizio stagione e la moto non è cambiata molto. Devono per forza essere le gomme».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>