Laguna Seca, Rossi: “Ducati settima, è il suo valore”

di Redazione 1

Il massimo che si poteva fare è stato fatto. Valentino Rossi in sella alla Ducati non poteva sperare di meglio perchè sul circuito di Laguna Seca quel settimo tempo messo a referto nel corso delle qualifiche rispecchia l’attuale potenziale della due ruote.

Il Dottore sceglie di guardare il bicchiere mezzo pieno e parla del proprio piazzamento ben sapendo che si tratta del miglior risultato della stagione (eguagliando quello ottenuto nelle qualifiche del GP della Catalogna).

Le parole del centauro di Tavullia evidenziano i passi avanti rispetto alle ultime prestazioni:

“In mattinata avevamo trovato il grip, che è scomparso quando le temperature sono salite”.

Questo è, a conti fatti, il limite della moto: la GP11.1 è sensibile anche ai minimi cambiamenti delle condizioni:

“Dare così tanto per partire dalla settima posizione – continua Rossi – non è il massimo, ma daremo il meglio e chissà come sarà partire con così poca gente davanti”.

Ora, non resta che ottenere il massimo anche in gara ben sapendo che tenere il passo di chi precede sarà impresa pressochè impossibile:

“I primi sei sono troppo veloci e anche le vecchie Ducati non vanno male. Anche Hayden ha un buon ritmo, lui usa la GP11, ci si trova bene e questa non è una bella notizia per noi”.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>