Moto Gp, Pedrosa e Stoner ad Assen per la rivincita. “Dimentichiamo Silverstone”

di Moreno 0

Silverstone ha dato diversi responsi sul Mondiale 2010 di MotoGp. Non solo che Lorenzo é oramai quasi irrangiungibile per la vittoria finale, ma anche che i grandi rivali dello spagnolo, escluso Rossi fermo ai box, ovvero Pedrosa e Stoner, ancora una volta, anche se per motivi diversi, hanno risposto picche.

E pensare che la vittoria ottenuta al Mugello dallo spagnolo della Honda, aveva laciato aperte le porte per un preoseguo di stagione, all’insegna di un nuovo ed inedito duello. Inveve a Silverstone, dopo i primi due giri in testa, Pedrosa si é trovato costretto a dover inseguire, incapace di tenere il passo dei primi. Fin dall’inizio della gara ha infatti sofferto la mancanza di trazione posteriore della sua Honda RC212V. Fuori dal podio, lo spagnolo si è dovuto accontentare di un misero 8° posto, cedendo la seconda posizione nel mondiale a favore di Dovizioso e ora si ritrova a -42 da Lorenzo. Ad Assen occorrerà piazzare una gara come quella del Mugello per tenere aperte le porte del mondiale. “E’ un bene correre ad Assen, subito dopo Silverstone, perché è per me e per il team una prima opportunità per lasciarsi alle spalle l’ultima gara e lavorare per ottenere un altro buon risultato, come abbiamo fatto al Mugello. Impareremo da quello che è successo nel Gran Premio di Gran Bretagna per andare avanti. E’ una fortuna – aggiunge il pilota spagnolo – che io non mi sia fatto male dopo Silverstone e sono fiducioso che possiamo ottenere di nuovo un buon ritmo in questo fine settimana. Assen è una pista buona – anche se era meglio prima dei cambiamenti- e mi piace correrci. E’ un circuito che richiede una moto agile perché ci sono parecchi cambi di direzione veloci – come ci sono al Mugello – quindi sarebbe bello se ottenessimo un altro risultato come in Italia. Il team sta lavorando molto duramente e sono fiducioso che possiamo partire bene nella prima sessione di prove e avere un weekend competitivo. La folla e la storia creano un’atmosfera speciale ad Assen quindi non vedo l’ora di scendere in pista di nuovo“.

Stoner, il momento della svolta – È il momento della svolta. O almeno così lasciano intendere il pilota australiano Casey Stoner e la Ducati, che sbarcano ad Assen per provare finalmente ad accendere la scintilla nella stagione 2010. Sul tracciato olandese infatti, l’australiano cerca il primo acuto in un’annata che sin qui è stata poco brillante. “Quest’anno a volte ho sbagliato io a volte abbiamo faticato a trovare il set up giusto ma in ogni caso, per un motivo o per l’altro, le cose non sono andate come dovevano nonostante avessimo l’opportunità di far bene e anche di vincere“, dice Stoner preparandosi al sesto appuntamento del Mondiale MotoGp 2010. Ad Assen, l’australiano ha vinto nel 2008.

Abbiamo velocità, un pacchetto tecnico competitivo e tutto il team sta facendo come sempre un ottimo lavoro quindi ad Assen riproveremo a rimettere insieme il tutto“, dice prima di ripensare al Gp di Gran Bretagna appena disputato, dove nonostante una gran rimonta, si é dovuto accontentare solo della quinta piazza. “Domenica scorsa nel warm-up eravamo riusciti a trovare un buon set up, forse ci mancava un pò di grip ma in generale ero contento della moto quindi in teoria anche in Olanda dovremmo riuscire ad essere veloci“, afferma mostrando un moderato ottimismo. “Non voglio comunque fare previsioni, devo solo continuare a lavorare bene con la mia squadra e vedere se insieme riusciremo a dare una svolta a questa stagione“, ha infine concluso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>