MotoGp, Simoncelli super al Sachsenring: “Possiamo ancora migliorare”

di Moreno 1

Il nostro “Super Sic” é stato l’assoluto protagonista della prima giornata delle prove libere sulla pista tedesca del Sachsenring. Il vista del gran premio di domenica, sul tracciato che più ama, il pilota del Team San Carlo Honda Gresini è stato velocissimo sin dai primi giri della mattina, grazie anche alle temperature non certamente estive. “Direi tutto bene anche se non sono del tutto soddisfatto perchè abbiamo diversi problemi di grip e di trazione sulla parte sinistra del posteriore che facciamo fatica, per il momento, a risolvere – ha detto -. La cosa che parzialmente mi consola è che questo problema lo hanno quasi tutti. In ogni caso domani lavoreremo in quest’area cercando di migliorare la situazione. Cercheremo di lavorare anche in funzione di fare le giuste scelte per le gomme in previsione della gara. Trenta giri sono tanti e su questa pista devi restare sempre concentrato senza un attimo di respiro perchè praticamente in rettilineo non ci sei mai“.

Secondo miglior tempo quello fatto registrare dal campione del mondo della Yamaha. Jorge Lorenzo. “Sono abbastanza soddisfatto perchè ho migliorato i miei tempi sul giro – spiega lo spagnolo – oggi sono stato quasi più veloce rispetto all’anno scorso e non vedo l’ora di fare un altro passo avanti domani. Abbiamo fatto alcuni cambiamenti e mi sento molto meglio sulla mia M1. Più veloce e più competitiv, le curve lente sono difficili, ma in quelle più veloci prendo qualche decimo, specialmente al T3 e T4. Spero che domani la temperatura sia ancora più calda e che possiamo lottare per la prima fila“.

Terzo, quarto e quinto tempo della giornata delle prime prove libere, li hanno registrati i tre piloti del team Repsol Honda, Dani Pedrosa, Casey Stoner e Andrea Dovizioso. Lo spagnolo, che vinse il GP di Germania dello scorso anno, ha chiuso in terza posizione ad appena due decimi dal miglior tempo della giornata. “Siamo partiti discretamente bene, nonostante l’incidente di questa mattina – afferma – Sono caduto nello stesso punto degli altri piloti per colpa delle gomme fredde. Fortunatamente non ci sono state conseguenze negative e ho avuto modo di concentrarmi e lavorare sui tempi nel pomeriggio. Nel secondo turno le condizioni sono migliorate e il maggior grip ci ha permesso di affrontare meglio le curve difficili sulla destra. Continueremo con il lavoro domani e probabilmente proveremo il nuovo forcellone testato lunedì al Mugello“.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>