Rossi parzialmente soddisfatto della nuova moto

di Alba D'Alberto 0

Rossi ha girato molto durante il fine settimana di Sepang arrivando alla conclusione che la moto è a posto ma può essere ancora migliorata. Per battere Marquez ha deciso di fare di tutto. Anche perché lascerà il MotoGP solo dopo aver messo in bacheca il decimo titolo mondiale.

Rossi dice di essere contento di aver fatto parecchi giri sul bagnato e di averlo fatto davanti a tutti. La sua moto ha sofferto per parecchi giri ma alla fine è risultata in buone condizioni. Il cambio è sicuramente a posto ma bisogna fare di più.

Il cambio è stato adeguato a quello della Honda di Marquez, seamless attivo anche in frenata. Adesso la Yamaha risulterà di certo più competitiva:

Mi è piaciuto molto, la cambiata adesso è diversa, la moto si guida meglio ed è anche più divertente. In frenata la Honda aveva un doppio vantaggio, penso che almeno in un aspetto ci siamo avvicinati, per l’altro stiamo ancora lavorando. Non basta il cambio, serviranno altre cose…

Il Dottore di Tavullia aggiunge:

Nel test precedente gli ingegneri Yamaha mi avevano promesso due decimi di miglioramento, mi sembrava una previsione molto ottimistica. Ma forse non hanno tutti i torti, ci possiamo arrivare. Per sfruttarlo al meglio serve tempo per lavorare sui settaggi elettronici: le MotoGP moderne rallentano molto con la ruota posteriore, questione di freno motore, ciclistica e assetti. Per raggiungere la Honda stiamo esplorando questa direzione.

Poi invita i giornalisti ad andare a chiedere altro alla Honda, così per fargli sapere un po’ di segreti degli avversari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>