Dainese regala a 18 centauri l’Italian Legendary Tour 2009

di Redazione 2

Per molti di voi, un sogno a portata di mano la cui realizzazione sarebbe l’ennesima dimostrazione del fatto che tutto è possibile. Dainese è una delle compagnie leader nella protezione del centauro, dalla testa ai piedi. Questa la mission del gruppo italiano all’avanguardia nella produzione di abbigliamento protettivo per motociclisti e per i praticanti degli sport dinamici. La compagnia nasce nel 1972 a Molvenna e viene messa in piedi dal suo presidente, Lino Dainese, per garantire inizialmente la produzione di pantaloni in pelle per il Motocross.

Fino a strutturare una vera e propria linea di abbigliamento utile alla protezione del motociclista e alla collaborazione con le più importanti compagnie di moto e con i maggiori campioni della pista. Sulla qualità della merce e sulla garanzia della stessa, è possibile mettere la mano sul fuoco, a tal punto sono soddisfatti i clienti Dainese. Quel che colpisce l’attenzione in questo periodo, invece, riguarda una delle più belle iniziative rivolte agli appassionati delle due ruote. Dainese, infatti ha pensato bene di organizzare un tour sulle Dolomiti chiamato “Italian Legendary Tour 2009” fatto di oltre 1000 chilometri di tornanti mozzafiato e paesaggi da favola sulle montagne più belle d’Europa.

L’iniziativa è rivolta a ciascuno dei clienti che, effettuata una spesa superiore ai 250 euro, ha la possibilità di partecipare all’estrazione finale compilando un coupon che dà la possibilità di essere tra i 18 sorteggiati. Sulle Dolomiti in compagnia di campioni mondiali delle due ruote quali Giacomo Agostini, Marco Lucchinelli, Massimiliano Biaggi: i tre iridati, infatti, si alterneranno un giorno per uno e accompagneranno il plotone di prescelti in questa escursione che si annuncia indimenticabile.

Basti pensare alla storia che lega Agostini a Dainese per rimanere ancora più affascinati dall’opportunità: il più grande di tutti, il mitico Ago, sceglie la protezione Dainese nel ’75, quando già è passato alla Yamaha dopo aver conquistato 13 titoli mondiali con le MV Agusta 350 e 500. E proprio in quella stagione 1975, con quattro vittorie, Agostini si laurea campione della 500, la classe regina che fino ad allora era sfuggita ad una casa giapponese. All’iniziativa saranno presenti centauri da ogni dove: Italia, Europa, Stati Uniti.

C’è tempo fino al 20 luglio 2009.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>