Motomondiale, Pedrosa incredulo: “Stupito dalla vittoria”. Rossi sarcastico: “Non batto nemmeno i poveri…”

di Moreno 1

Dani Pedrosa ha vinto il Gp di Germania ed a fine gara è alquanto contento e sorpreso: “E’ stato per me molto difficile ottenere questo tempo ma sono contentissimo di aver chiuso al primo posto – spiega il pilota spagnolo della Honda ai microfoni di Mediasetnon mi aspettavo una vittoria così veloce ma in questo circuito ho sempre fatto bene. Oggi avevo meno dolore alla spalla e sono contento. Ringrazio la squadra, i meccanici, la mia famiglia ed i tifosi“.

Ho fatto un miracolo“. Jorge Lorenzo commenta così il secondo posto nel Gran Premio di Germania, ottenuto con un sorpasso da brividi a poche centinaia di metri dal traguardo ai danni di Stoner. “Avevo l’avambraccio sinistro morto da metà gara e non so da dove ho preso le forze per andare forte fino alla fine – confessa ai microfoni di Mediaset il centauro spagnolo della Yamaha, campione del mondo in carica – Me la sono giocata all’ultima curva e questo secondo posto è importante per noi e per il campionato“.

In alcune giornata, va più che bene anche il terzo posto. Questo il pensiero di Casey Stoner dopo il sorpasso subito da Lorenzo nell’ultimo giro del Gran Premio di Germania, che gli é costato il secondo posto. “Ho dovuto pensare un pò durante la gara – l’analisi dell’australiano della Honda e leader della classifica iridata ai microfoni di MediasetNon volevamo avere problemi di temperatura con le gomme e ho pazientato perchè raggiungessimo la temperatura giusta. Poi ho cercato di prendere un pò di distacco ma non ci sono riuscito e dopo aver spinto troppo per troppi giri ho deciso di mollare sui tempi e sono rimasto assieme agli altri, preparandomi per il finale”. “Quando ho visto Dani cominciare a spingere ho fatto lo stesso – continua Stoner – Pensavo di avere un buon passo ma quando ho cominciato a spingere in curva perdevo leggermente il posteriore. Ho lottato negli ultimi giri per tenere dietro Jorge ma all’ultima curva mi ha sorpassato. Comunque, è un altro podio, è importante finire sul podio e sono soddisfatto di quanto fatto“, ha concluso l’ex ducatista.

Sui tempi siamo migliorati tantissimo. Sapevo che in prova eravamo vicini ma che in gara Pedrosa aveva qualcosa in più. ora andiamo a Laguna Seca che è una pista difficile ma meglio per noi, dove possiamo lottare per il podio con i grandi“. Andrea Dovizioso durante il programma ‘Fuori Giri’ analizza il suo quarto posto nel Gp di Germania, dottenuto ietro ai compagni di squadra Pedrosa e Stoner, rispettivamente primo e terzo, e alla Yamaha di Lorenzo, secondo. “Facevo fatica ad aprire il gas dove lo aprivano loro, facevo fatica nelle curve a sinistra e qui sono tutte a sinistra. Loro riescono ad aprire prima quel poco che fa la differenza, perchè se non hai il passo non puoi forzare per 30 giri“, ha spiegato il forlivese della Repsol Honda Hrc, sottolineando la differenza attuale tra la sua moto e quella dei compagni di team.

Un passo avanti c’è stato, all’inizio ero competitivo, peccato per l’ultima parte ma alla fine è stata una gara positiva ed è importante essere arrivati al traguardo“. Marco Simoncelli sottolinea gli aspetti positivi del Gran Premio di Germania, chiuso al sesto posto. “Speravo in qualcosa di più – riconosce ai microfoni di Mediaset – Se avessi chiuso quarto la gara avrebbe avuto tutt’altro sapore, peccato. Fino a metà gara mi sentivo a posto ma non sono riuscito a superare subito Dovizioso anche se ero più veloce e ho perso l’aggancio dai primi. Poi sono riuscito a passare davanti a Dovizioso ma la gomma dietro era andata e facevo fatica a essere veloce come volevo, ho provato a passarlo all’ultima curva e alla fine mi ha fregato anche Spies“. “In gara – continua Simoncelli – ho ripetuto i tempi fatti in qualifica, il problema è che bisogna essere a posto per fare 30 giri così e nella seconda parte ho fatto fatica. Dovremo cercare di essere costanti per tutta la gara“.

Valentino Rossi ha vissuto un’altra giornata ‘horror’ in sella alla sua Ducati. Ciò nonostante però, il Dottore non ha dubbi sul proprio futuro: nel 2012 correrà per ottenere il massimo con la Ducati. “E’ logico“, dichiara ai microfoni di Mediaset, dopo alcuni dubbi alimentati da alcune dichiarazioni rilasciate ieri. “A una domanda, ho risposto ‘penso di si, ma si vuole cercare qualcosa che non esiste, non si tratta nemmeno del pelo nell’uovo“, ha chiarito il ‘dottore’, che nell’odierno Gp di Germania si è dovuto accontentare del nono posto, chiuso anche alle spalle anche del compagno Nicky Hadyen. “Alla fine non ce l’ho fatta ad arrivare davanti nel gruppetto dei poveri…“, dice sorridendo. “Davanti vanno molto forte“, ha concluso pensando a chi si gioca il titolo quest’anno.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>