Marquez è imbattibile e Valentino Rossi è quarto

di Alba D'Alberto 0

Terza gara della Moto Gp e terza vittoria di Marc Marquez che si dimostra squalo, o alieno o extraterrestre… I termini per descrivere la sua straordinaria regolarità sono tanti, così come si potrebbe parlare molto della forza dimostrata dalla Honda sempre davanti alla Yamaha.

Nel Gran Premio d’Argentina Marquez ha vinto con Dani Pedrosa, sempre sulla Honda, al secondo posto e con un ritrovato Jorge Lorenzo che è arrivato al terzo posto. Per il campione del mondo una vittoria che lo porta a 75 punti e già leader assoluto della classifica mentre per Pedrosa la conferma che sembra l’unico a potere avvicinare Marquez. Per Lorenzo la soddisfazione del podio dopo due Gran Premi deludenti.

Al quarto posto Valentino Rossi che si è detto insoddisfatto di avere solo sfiorato il podio che era alla portata e che, secondo le parole del tante volte campione del mondo, è stato perso per colpa di Bradl. Il riferimento è a un contatto che ha portato Valentino Rossi a un fuori pista che ne ha limitato le possibilità di arrivare più avanti. Il contatto con il pilota tedesco è avvenuto a inizio gara e ha costretto il pilota italiano a perdere diverse posizioni. Un Gran Premio che è stato impostato al recupero. Questo ciò che Valentino Rossi ha affermato: “Secondo me Bradl ha fatto un errore, non so dove voleva andare: non l’ha fatto apposta di certo, sono cose che succedono, ma in quel giro ho perso almeno due secondi e poi ho dovuto superare di nuovo Iannone e Dovizioso. Sono molto dispiaciuto perché potevo salire sul podio, avevo il potenziale e la velocità giusta, il passo per battere Lorenzo e tenere dietro Pedrosa. Però sono positivo per Jerez, quest’anno posso lottare con i primi tre, anche se i due piloti Honda stanno guidando fortissimo e riescono a staccare più sotto alla curva, stancando meno la gomma anteriore e questo è un grande vantaggio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>