Motomondiale, Stoner in pole a Le Mans. In Moto2 trionfa Bradl, in 125cc é sempre Terol

di Redazione 1

Nuovo dominio delle Honda nel turno di prove ufficiali del Gp di Francia per la MotoGP. La pole position è andata a Casey Stoner (Honda), in 1’33″153. Secondo tempo per Marco Simoncelli (Honda) giunto a soli cinque centesimi dalla pole, poi Andrea Dovizioso, terzo e lo spagnolo Dani Pedrosa (Honda) giunto in quarta posizione. Il primo dei piloti non Honda è in seconda fila, e si tratta del campione del mondo in carica Jorge Lorenzo con la Yamaha in quinta posizione. Sesto a chiudere la seconda fila, l’inglese Cal Crutcholw (Yamaha). La prima Ducati in griglia è quella di Rossi che si piazza in terza fila con il nono tempo in 1’34″206. La situazione del “Dottore” in questa gara é alquanto complicata. Sebbene la squadra in tutto questo periodo abbia apportato diverse modifiche alla moto, seguendo le indicazioni dello stesso Valentino, il distacco da Stoner rimane sempre ben oltre il secondo. Male anche Loris Capirossi (Ducati) che non è riuscito ad andare oltre della 15/a posizione.

Stefan Bradl ha invece conquistato la pole position nella classe Moto2 per il Gp di Francia, quarto appuntamento del Motomondiale. Il tedesco, in sella alla Kalex del team Viessman Kiefer, scatterà davanti a tutti dalla prima posizione in griglia, grazie al tempo ottenuto nelle qualifiche di 1’38″357. Alle sue spalle é arrivato lo svizzero Thomas Luthi (1’38″402) su Suter, il giapponese Yuki Takahashi su Moriwaki e Alex Espargaro su Kalex. Il primo degli italiani è Simone Corsi (Ftr), settimo davanti al nostro Andrea Iannone (Suter).

Sarà una prima fila tutta spagnola quella al via domani nella classe 125, con Nico Terol in pole position, la terza in stagione. Il pilota dell’Aprilia ha girato con il tempo di 1’43”578, precedendo il pilota del team Aspar Martinez, Hector Faubel, 2° a 389/1000, e Vinales, staccato di 737/1000. Non é stata mai messa in discussione la leadership del leader della classifica, che è stato il primo a scendere sotto il muro dell’1’44”, con l’1’43”960, poi limato fino al tempo che gli è valso la pole. l’italo-tedesco Sandro Cortese, staccato di 777/1000; il primo degli italiani è come sempre Simone Grotzkyj, 11°.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>