Riscatto Rossi, la vittoria a Montmelò è incredibile

di Alba D'Alberto 0

Un duello alla fine con Marquez, poi la vittoria emozionante del Valentino di una volta. Sembra di rivedere in pista il campione del mondo, anche se poi la classifica è ancora tutta da costruire e Rossi, finora, ha perso un po’ troppo tempo. 

Rossi ci ha abituato a sconfitte clamorose e vittorie incredibili ma quella di Montemelò, descritta da tutti i giornali, è qualcosa di sensazionale. In realtà i protagonisti di questo motogp sono due, uno è il vincitore di giornata e l’altro è Iannone che ha messo KO l’alter ego del pesarese. Andiamo con ordine.

Cielo plumbeo per il GP di Catalogna e una gara che prima di essere disputata va interpretata. Si sente il peso della morte di Salom di venerdì. Si decide allora di cambiare il tracciato per ragioni di sicurezza e com’è facile immaginare, iniziano le polemiche.

Allora Rossi polemizza ma poi riesce a trovare il giusto assetto delle gomme e la sua gara diventa in discesa. Vince superando Marquez e Pedrosa. Con il primo dei due spagnoli, ingaggia un duello molto avvincente, poi è la grinta del pesarese ad avere la meglio. Alla fine della gara Marquez e Rossi di stringono la mano facendosi i complimenti. Un’immagine che serve a rendere meno triste il week-end. Leggendo la classifica, ci si chiede allora che fine abbia fatto Lorenzo.

È stato centrato in pieno da Iannone che ha messo a punto la sua quarta caduta stagionale su sette gare. Un record negativo che non piace a chi lo ritiene un grande campione. L’abruzzese alla curva numero 10 a 9 giri dalla fine della gara, ha sbagliato la frenata, ha fatto una staccata fuori misura e poi è caduto buttando giù alcuni avversari tra cui Lorenzo in lotta per il quinto posto. Iannone si è scusato con l’ormai ex leader iridato, ma non ne ha di certo alleviato l’ira.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>