Lorenzo trionfa a Silverstone

di Alba D'Alberto 0

Jorge Lorenzo torna a conquistare il gradino più alto del podio, ma ancora una volta tutti i riflettori sono puntati sull’enfant prodige Marc Marquez. Il pilota della Honda rimedia una brutta lussazione alla spalla sinistra, a seguito di una caduta nel warm up. Eppure si presenta in pista ai blocchi di partenza. Ha l’ok per correre e lo fa. Come finisce? Secondo, al termine di una gara leggendaria in cui si è arreso solamente all’ultima curva. In extremis il maiorchino ci ha messo rabbia ed esperienza per portare a casa il Gp di Gran Bretagna. Gli sono serviti alcuni giri mozzafiato, ma lo scontro con Marquez è da ricordare.

Al terzo posto, senza infamia e senza lode, c’è ancora una volta Dani Pedrosa che da lontano ha assistito quasi impotente al duello tra i due duellanti principali di questo MotoMondiale. Un podio tutto spagnolo, dunque, anche in Inghilterra. E ancora una volta dietro c’è Valentino Rossi. E’ la terza volta che succede. Il Dottore batte, anche questo sembra un dejavu, Bautista, ma chiude a 13” di distacco dal terzo.

Tra gli italiani, Dovizioso al suo centesimo Gp nella classe che conta va fuori, non festeggiando al meglio. Una caduta a pochi chilometri dal traguardo. Iannone chiude invece in undicesima posizione.

La classifica ora parla chiaro: il capolista è ancora Marquez, con trenta punti di vantaggio su Pedrosa e 39 su Lorenzo. Sarebbero stati due in più se il giovane pilota non si fosse fatto penalizzare per non aver rispettato le bandiere gialle in occasione della sua caduta. Ma per entrare nella leggenda sin da giovani (Rossi docet) occorre anche un pizzico di sregolatezza.

(credit photo / getty images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>