MotoGP Test Sepang 2012 risultati day 2 – FOTO 1 febbraio

di Moreno 2

 Secondo giorno di test in Malesia per i piloti della MotoGP che si accingono a dare il via alla stagione 2012. Casey Stoner chiude al comando, Spies e Lorenzo su Yamaha alle spalle del campione del mondo. ValeRossi su Ducati settimo e ancora soddisfatto: “Altra giornata positiva“.

TEST MALESIA GIORNO 2 – Dopo la defezione forzata nel corso del primo giorno di test ufficiali della sessione invernale sul circuito di Sepang, Casey Stoner si rimette in sella che pare come nuovo e – incurante dello strappo alla schiena di ieri – ha impresso, in sella alla sua Honda, il ritmo che nessun altro è riuscito a seguire. L’australiano ha chiuso al comando con 29 giri all’attivo e il crono migliore di 2’00”895. Il lavoro dell’iridato, tutavia, è stato mirato, volto alla comparazione tra due diversi telai della sua RC213V.

Appena dietro, le due Yamaha: l’americano Ben Spies ha fatto meglio di Jorge Lorenzo, con il primo che ha staccato a 2’01”052 mentre il secondo ha fatto regitrare un ritardo di 16 millesimi dal compagno di scuderia. Al quarto posto, l’altro spagnolo – su HondaDani Pedrosa.

Ducati e Valentino Rossi, che ieri avevano chiuso con il quinto miglior tempo, si sono presentati al traguardo in settima posizione: la Desmosedici GP12 del Dottore ha completato 44 giri e ottenuto proprio il tempo migliore chiudendo in 2’01”886, a 991 millesimi dal tempo di Stoner. Solo nono Andrea Dovizioso su Yamaha Tech 3 mentre l’altra delle due Ducati, guidata da Nicky Hayden, ha chiuso in decima con l’americano costretto al rientro prematuro ai box – dopo 16 giri – per un problema alla spalla sinistra.

ROSSI E DUCATI – Alla fine del secondo giorno di test, Valentino Rossi ha ancora una volta pronunciato parole di apprezzamento nei confronti della Ducati:

“Altra giornata positiva, sia perchè abbiamo raggiunto l’obiettivo prefisso, arrivare a girare in 2’01”, sia perchè siamo riusciti a fare altri progressi nel lavoro di set-up della moto. Mano a mano che facciamo le nostre prove, capiamo anche quali dettagli non dipendono solo dalla messa a punto e saranno da perfezionare ulteriormente durante le prossime settimane. Abbiamo avuto la conferma dei progressi fatti con l’anteriore”.

Il tavulliano, inoltre, mette in chiaro la differenza tra il lavoro della Ducati e quello di Honda e Yamaha:

“Loro stanno lavorando sulle rispettive moto da un anno, noi da due giorni, quindi il nostro lavoro è particolarmente impegnativo, ma anche questa era una cosa che ci aspettavamo. Domani sarà un altro momento importante perchè potremo fare una valutazione complessiva delle tre giornate e avremo un’idea più nitida di dove siamo rispetto agli altri. Se riusciremo a rimanere a meno di un secondo dal top sarò contento”.

LA PAROLA A STONER – Ai microfoni anche Casey Storner, già davanti a tutti dopo quello che per l’australiano è in realtà il primo giorno di test:

“È stato bello poter tornare a guidare, oggi è andato tutto abbastanza bene, anche se avrei voluto fare qualche giro in più. Abbiamo usato principalmente il nuovo telaio, procedendo con un lavoro di comparazione con quello che avevamo a Valencia, abbiamo trovato una buona direzione e capito la strada da percorrere. Questo pomeriggio abbiamo utilizzato la gomma anteriore dura, riscontrando però un aumento del chattering. Dovremo lavorare su questo aspetto perchè ci sono margini di miglioramento”.

Le immagini da Sepang – day 2

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>