Suzuki torna a stupire con GSX-R1000

di Moreno 0

Suzuki GSX-R1000, un mostro a due ruote considerata una delle moto capace di garantire le migliori prestazioni su strada. Top performer tra le 1000 cc, in grado di vincere numerose gare, trofei e campionati e capace di garantire un design ricercato con costanti miglioramenti al motore. Ora, un nuovissimo modello pronto a sbancare il mercato: risultante del lavoro congiunto di tecnici del motore, della ciclistica, dell’elettronica e dell’aerodinamica.

Il motore è ora più corto in senso longitudinale, consentendo in simultanea di accorciare l’interasse e sfruttare un forcellone più lungo. Moto stupefacente: 5 chili di peso in meno rispetto al modello precedente, l’impianto frenante anteriore della GSX R-1000 associa dischi flottanti da 310 mm con pinze a montaggio radiale. La carenatura superiore è ampia e protegge meglio dal vento la parte alta del corpo e le mani, riducendo nel migliore dei modi la turbolenza e il coefficiente di resistenza. La carenatura inferiore è più sottile e contribuisce a ridurre la resistenza all’aria.

Ancora, il faro a riflettore multiplo presenta un nuovo look con la disposizione verticale delle lampade alogene di abbagliante e anabbagliante; gli indicatori di direzione posteriore hanno lampade color ambra coperte da lenti chiare che circondano i bordi esterni del codino; contagiri analogico; display a cristalli liquidi; forcellone con tre sole fusioni; sospensioni più reattive con pistone e spessori più grandi e in grado di rendere più efficace l’uso delle valvole.

La velocità della Suzuki GSX-R1000 viene monitorata dalla ECM che sposta una valvola solenoide facendole muovere un ago conico:  questi si avvicina o si allontana da una sede del circuito principale di ammortizzazione riducendo o aumentando il flusso d’olio per un effetto ammortizzante più o meno forte. Il nuovo propulsore da 999 cm3 della GSX-R1000 è stato studiato per massimizzare l’efficienza combustiva e sfruttare ogni singola goccia di carburante.

Quattro cilindri, configurazione DOHC con distribuzione a catena, punterie a bicchierino quattro valvole in titanio per cilindro, motore quattro tempi, raffreddamento liquido, alimentazione a cartuccia in carta. Variegata anche la tipologia di colori da poter abbinare: la Suzuki GSX-R1000 è infatti disponibile nelle versioni bianco-azzurro, bianco-grigio, nero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>